Trattamenti contro processionaria a Catania

La Processionaria del pino

La Processionaria del pino è un lepidottero, cioè una farfalla, che produce un particolare materiale che può diventare pericoloso non solo per gli animali domestici ma anche per l’uomo, in quanto provoca urticazione sulla pelle.
Con maggior precisione sono i bruchi dell’insetto in questione viventi a spese di pini e larici che possono dare seri fastidi. Quelli della stessa ovatura (circa 200) restano insieme durante la crescita, che dura da agosto al maggio successivo, e passano le giornate all’interno di un nido. Da questi nidi escono durante la notte per sfamarsi del fogliame della pianta e nel fare ciò camminano in processione (da ciò il nome) formando file lunghe parecchi metri.

I bruchi della Processionaria sono potenzialmente pericolosi poiché possiedono nel corpo milioni di setole urticanti, in quanto impregnate da alcune sostanze proteiche liberatrici di istamina.
In definitiva i nidi della processionaria sono serbatoi stracolmi di micidiali dardi, i quali vengono sparpagliati nell’aria circostante al minimo soffio di vento; e ciò accade anche quando i nidi vengono abbandonati dai loro costruttori.
Chi viene colpito dalla processionaria può accusare sulla pelle bruciore, forte irritazione ed eritemi; in qualche caso si può manifestare anche la febbre. Il danno maggiore si ha quando le setole vengono a contatto con le mucose; ciò accade nel caso in cui esse entrano negli occhi, nel naso, nella gola e ancor peggio nei bronchi.